Google Website Translator Gadget

Search This Blog

Loading...

Sunday, November 11, 2012

Quello che noi chiamiamo "MONDO" è solo un segmento del continuo divenire.


Le osservazioni di base dell'IO-Universo ( Chiamo cosi la mia personale via alla conoscenza del mondo)
Non sono mai riuscito ad avere critiche circostanziate e mi piacerebbe molto conoscere le opinioni in merito.
Il mondo come siamo abituati a vederlo conoscerlo e trattarlo non è cosi solido secondo me. Il mondo popolato di corpi dagli elettroni ai tavoli alle montagne e alle galassie non regge ad una analisi logica rigorosa.
Se analizziamo gli oggetti familiari che ci circondano abbiamo l'impressione che non ci possa essere niente di piu solido e sicuro.
Ma se guardiamo con attenzione a mio avviso gli oggetti scompaiono e lasciano il posto ad un brodo cosmico quadridimensionale dove quello che noi chiamiamo "corpo" è solo un segmento del continuo divenire.
Se prendiamo una biglia di acciaio e la mettiamo sul tavolo abbiamo la sensazione che sia solida e se la lanciamo pensiamo di poter misurarne la traettoria ma in realta niente ci autorizza a chiamare due misure in due diverse posizioni dello spazio tempo "biglia". Nello stesso tempo  nel mondo ci protrebbero essere un indefinito numero di biglie che potrebbero rappresentare l'evoluzione nello spazio tempo dell'oggetto "biglia" chi ci autorizza a sceflierne una in particolare?
Se ci sono ( secondo me ) problemi ad identitificare i corpi microscopici maggiormente si rivelano i problemi con i colpi microscopici. Come si fa a identificare un elettrone? come si fa a decidere se due elettroni siano effettivamente due o siano lo stesso elettrone?
Piu in generale cosa significa "stesso" ? "uguale"? "equivalente"?
Più ancora in generale la fisica ha traslato i concetti della fisica dei corpi a entita che si chiamano onde e che dei corpi non hanno niente. Immaginiamo alle onde del mare e a quelle che si generano su una corda agitata ad un estremo o a quelle elettromagnetiche cosa significa dire che un'onda ha velocita? come fa un onda ad essere la stessa onda e "muoversi" occupando coordinate diverse in tempi diversi?
E piu ancora se anche i corpi macroscopici ( biglie) o gli elettroni o le onde avessero un cartellino con codice a barre sopra che ne definisse in maniera inequivocabile l'identità ( ma non è così) questo sarebbe sufficiente per dire che questi corpi "esistono"? Secondo me no niente di tutto questo è in grado di provare l'esistenza di niente perche l'"esistenza" presuppone un inizio ed una fine e questo esiste solo nella mente dell'osservatore.

No comments:

Ob1kenobi's shared items

google analytics